Valeria Sechi

Valeria Sechi

@Vale_greymodel

LA MIA STORIA

Nata in una famiglia bella e disastrata: padre giocatore incallito, ufficiali giudiziari, continui sfratti e traslochi, da piccola pensavo che lo zucchero fosse roba da ricchi e che i vestiti fossero quella cosa che la gente ti dà quando non la usa più, solo da adolescente ho scoperto che si potevano anche comprare: figata! Il clima a casa mia era così elettrico che per ottenere il frisé ti bastava intercettare lo sguardo dei miei genitori, nei momenti migliori potevi persino ricavarne un'ottima permanente. La prima fuga da casa a 10 anni, poi a 20. Madre per certi versi cazzutissima (si è laureata studiando la notte e lavorando con 4 figli), vittima del retaggio culturale non ha mai mollato mio padre. Mi sono sposata 23enne innamoratissima (soprattutto dell'idea di scappare), ho lasciato la mia terra e sposato un uomo simile a mio padre (stessa incapacità di gestire i soldi e discutibile percezione della realtà): 32 anni di relazione, 12 traslochi, ancora ufficiali giudiziari (quando ci hanno vuotato casa ho preso i miei figli e detto loro: c'è una sorpresa, abbiamo optato per un open space, quando ci hanno staccato la corrente per la terza volta ho detto loro che avevamo aderito a un esperimento su come resistere per 3 giorni senza elettricità. LA VITA È BELLA di Benigni docet! I miei lavori: colf, badante, azienda agricola, laboratorio sartoriale, mercati rionali, sveglia alle 3.30, da -7° a +40°, e poi i figli e la casa… altro che palestra!

COME MI SONO RICOMINCIATA

A 50 anni ho detto BASTA. Mi sono separata con le pezze al culo, trasferita in una casa in affitto che sta su a scotch, sputo e speranza (molta speranza). Per necessità ho iniziato a fare il fattorino, ma ho deciso che da grande volevo fare la modella, per promuovere un concetto di bellezza senza età. Avrei voluto che qualcuno mi scoprisse e mi lanciasse, ma mi sono scoperta e lanciata da sola: ho inviato delle foto a tutte le agenzie (ad alcune ho scritto per quasi un anno tutti i giorni) finché non hanno cominciato a chiamarmi, ho investito tempo ed energie per promuovermi su IG, iniziando ad avere qualche ingaggio, e così ho comprato il frigo e le sedie, presto anche il forno (mi manca tanto avere un forno!). Piccole cose per molti, ma grandi conquiste per me. E dato che voglio dare spazio a tutte le mie passioni e da anni mi occupo di upcycling realizzando manufatti originali, ho deciso che il 2020 sarà per me l’anno della svolta: ho affittato uno spazio, a gennaio aprirò la partita IVA. Sono intenzionata a realizzare i miei sogni: non importa quanti anni ho o quanto ci vorrà, né i pesanti strascichi del passato (pignoramento del 5° dello stipendio, fermo amm. dell’auto, pendenze con Equitalia da fare invidia a Pisa). La vita è una sola, non la si può sprecare a piangersi addosso, bisogna rincorrere i propri sogni. Senza scuse: tutto ciò sto facendo, LO STO FACENDO CON 5 FIGLI (di cui una diversamente abile, o come dico io, abilmente diversa).

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.