Valentina Alberti

Valentina Alberti

@valentina.alberti94

LA MIA STORIA

Marzo 2020, pieno lockdown. Una labirintite probabilmente mal curata, dopo 15 giorni, mi porta a perdere conoscenza. Pronto soccorso. Diagnosi di meningite pneumococcica otogena. Mastoidectomia d’urgenza. Rischio di morire. Sopravvivo. Tre settimane di ricovero. Non riesco più a stare in piedi e camminare. Fisioterapia e via di stampelle. Torno a casa ancora in lockdown. Scopro poi a maggio di aver avuto un danno neurologico alla vescica e di aver perso definitivamente l’udito a destra. Accettazione, difficile a 26 anni ma ci provo. Scopro poi che l’orecchio interno si sta cicatrizzando velocemente come nessuno ha mai visto prima. O intervengo ora o mai più. A luglio mi opero nuovamente e metto un impianto cocleare. Solo 15 elettrodi su 22 vengono inseriti. Via di logopedia per provare a recuperare un simil-udito. Via di terapia personale (sono una psicologa anche io). Via di presa in carico dai neurourologi. Via di fisioterapia per le gambe. Insomma ho una vita lunga 26 anni, ma il 21 marzo sono rinata perchè sopravvissuta e da allora tutto è cambiato.

COME MI SONO RICOMINCIATA

Sono ancora in pieno ricominciamento, personale e professionale. Sono psicologa abilitata da gennaio 2020 e a marzo tutti i miei progetti si sono bloccati. Ma già dal letto di ospedale ho ripreso a ricominciarmi seguendo le lezioni di psicoterapia. A luglio ho aperto la mia pagina instagram professionale e trovato un accordo in uno studio medico per avviare il mio studio personale! Grazie alla terapia personale sto cercando di integrare tutte le mie parti: quella della professionista che si butta nella libera professione in tempo di covid, quella della ragazza di 26 anni che è sopravvissuta a un qualcosa che mai avrebbe immaginato e che si ritrova un corpo che non funziona bene, quella di una ragazza che programmava l’uscita da casa e improvvisamente si è ritrovata di nuovo molto figlia, quella della vita e quella della morte! Il mio ricominciamento è più personale che professionale, ma da psicologa le due cose sono profondamente interconnesse perchè il mio strumento di lavoro sono io stessa!

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.