Stella Pecollo

Stella Pecollo

@stella.pecollo

LA MIA STORIA

Non sono mai stata magra. Giusto quei paio di mesi in incubatrice appena nata (ero prematura e pesavo solo 2,2 kg) poi ho subito recuperato. Sono sempre stata "l'amica simpatica", la burlona del gruppo, la cabarettista della festa. E mi stava anche bene. Ma con l'adolescenza e i primi amori è iniziato l'incubo. Mi chiudevo in camera mia dopo che l'ennesima dieta mi aveva fatto perdere soldi e tempo ma non grasso, e immaginavo di poter prendere un coltello e tagliarmi via la pancia e il grasso sulle braccia. Eppure non ero neanche così grassa. I kg in eccesso - come li chiamavano tutti i dietologi dai quali andavo - aumentavano sempre, prima erano 10 poi 20 poi..ho perso il conto. Odiavo il mio corpo. La mia insicurezza era così grande che il mio sentirmi sempre e comunque sbagliata mi faceva rimpicciolire l'anima, mentre il corpo aumentava di volume. Stella che voce stupenda che hai dovresti fare la cantante" mi disse un giorno la mia insegnante di canto. E io risposi "Ma mi ha vista?Come potrei fare la cantante così conciata?" e ancora "Stella che bel visino che hai, che occhioni!Se perdessi qualche kg saresti stupenda!" A quello credevo.

COME MI SONO RICOMINCIATA

A 21 anni ho lasciato casa. Con essa lasciavo anche il controllo maniacale di mia madre, i pranzi e le cene con i sensi di colpa, i dietologi e gli ex fidanzati nocivi. E iniziavo il mio primo corso di cinema con un’insegnante di Los Angeles, Gloria Gifford, una donnona Afroamericana del Queens, che mi ha aperto gli occhi. Mi ha fatto capire che il mio corpo poteva essere una forte arma di seduzione, che dentro di me c’era una tigre, quella che avevo tenuto chiusa in gabbia per anni, che per essere davvero me stessa al 100% nella vita e sul lavoro la dovevo liberare. E lì sono sbocciata. Ho iniziato a lavorare su me stessa e grazie alla meditazione, al buddismo, allo yoga, sono andata sempre più in profondità a cercare la vera Stella e ho iniziato ad amarmi per come sono. Poi è arrivato il burlesque che con la sua giocosa leggerezza mi ha fatto spogliare dagli ultimi strati di pesantezza che mi portavo dietro. Grazie ai social poi ho scoperto le modelle ed influencers plus size, ho iniziato a giocare con i vestiti e mi vedevo sempre più bella, davvero!E ad oggi, dopo aver fatto serate di burlesque, diverse scene di nudo in film importanti ed aver scritto un libro che parla della mia storia, quasi quotidianamente mi capita di restituire il favore all’universo, dando il mio contributo a tutte le donne e ragazze che mi chiedono “ma come fai ad essere così confident, io mi odio”. Condivido la mia esperienza con spudorata onestà e vedere loro fiorire è una soddisfazione senza paragoni.

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.