Michela Colleoni

Michela Colleoni

@michela.colleoni

LA MIA STORIA

La mia storia non è una storia di successo; o meglio, non ancora. La mia storia è la storia di una bambina che ha avuto un infanzia felice, che da ragazzina ha scelto di fare la "sportiva" e di essere molto responsabile, troppo per la sua età. La disciplina e l'educazione mi hanno insegnato che nella vita qualsiasi cosa tu voglia ottenere devi lavorare sodo, devi farti il culo e che i risultati sono direttamente proporzionali a quanto di fai il culo. Nella mia vita non è mai stato così. Mia madre si arrabbiava perchè non dimagrivo quanto i medici dicevano sarei dimagrita con quella dieta. Tuta l'adolescenza a mangiare insalate al ristorante anziché pizze come i miei coetanei. Un bel giorno ho deciso di non seguire più la professione sportiva per dedicarmi agli studi, perchè con la pallavolo, non si mangia. Ma contestualmente soffrivo per tutto quello spazio vuoto sul mio cv che ho iniziato a riempiere con ogni genre di attività possibile, ma poco inerente al mio percorso di studi. Ho trascorso 23 anni della mia vita felice ma sempre infelice per le privazioni e per il senso di colpa e per la frustrazione di non essere mai capita. Un giorno ho deciso di fare terapia, e ringrazio il cielo per questa scelta, soprattutto in questo momento.. In cui dopo una laurea in economia, un master in marketing, mille stage, e altrettante esperienze annesse, mi son trovata nel bel mezzo del covid a non avere più un lavoro. Il mondo mi è crollato addosso.

COME MI SONO RICOMINCIATA

Mi sono ricominciata è una parola grossa, con tanta pazienza (e terapia) ho capito che non ero io sbagliata e che non è sempre tutto colpa mia, ecco è questo che spero di poter lasciare a qualcuno che magari come me vive questa sensazione. La mia vita oggi non è risolta, sono in stage, prendo uno stipendio misero che basta giusto per pagare le spese e mi sembra che il mondo ce l’abbia con me. In verità ho capito che non è affatto così, ma per capirlo ce ne ho messo di tempo. è sempre difficile accettare che non possiamo agire su qualcosa e che se qualcosa di brutto accade alla nostra vita noi non avremmo potuto evitarlo. Per me il “ricominciamento” sta proprio qui, nell’accettare e nel comprendere che non è vero che possiamo risolvere tutto e che possiamo diventare tutto ciò che vogliamo nella vita. Semplicemente possiamo diventare la versione migliore di noi stessi, imparando a conoscerci, e conoscendo il nostro potenziale per farlo emergere al meglio delle nostre possibilità. Ecco, per me è questo il mio ricominciamento.

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.