Martina Rogato

Martina Rogato

@mrogato

LA MIA STORIA

Mi chiamo Martina, il 16 nov compio 35 anni, sono una Greta Thunberg senza treccine e accompagno le aziende ad essere più buone con ambiente e sociale. Nel 2016, credevo di aver trovato il mio posto nel mondo. Lavoravo come consulente in un’Azienda che ideava progetti sociali che univano mondo del profit e del non profit. Mi sembrava il giusto compromesso tra la mia voglia di fare un lavoro “a scopo sociale” e il desiderio di creazione continua! Avevo una casa, un lavoro e una famiglia. E non poteva andare meglio. Un giorno però scopro che la strada che stavo percorrendo aveva bisogno di una svolta e che era giunto il momento di lanciarsi in nuove avventure professionali. Decido quindi di fare un patto con il mio compagno. E l’accordo era all’incirca così: “io accetto una nuova proposta di lavoro a Bologna. Maggiori responsabilità, bei progetti. Tu, accetti un contratto estero in Turchia. Resistiamo, facciamo carriera, ci facciamo pure i soldi. Tra due anni torniamo a Milano e compriamo anche casa!”. Un piano… infallibile e perfetto. E indovinate com’è andata a finire? Nel giro di pochi mesi mi ritrovo: senza una casa, senza un lavoro, senza un compagno e quella che credevo essere la mia famiglia. Il mio compagno si invaghisce di una sua dipendente e fugge via senza particolare preavviso nonostante la nostra convivenza e a lavoro non mi confermano visto che benché dorma 4 ore a notte non tengo i loro ritmi infernali. Seguono 3 anni di terapia!

COME MI SONO RICOMINCIATA

E a proposito di imprevedibilità… Per me tutto è cambiato quando improvvisamente, le ragazze di una organizzazione che avevo contribuito a fondare, Young Women Network, mi contattano per chiedermi una mano! Ero l’unica superstite delle 5 co-fondatrici. Avevo sempre lavorato dietro le quinte per l’Associazione senza mai espormi troppo. E ora l’Associazione si apprestava a perdere la sua guida, emigrata fuori dall’Italia per un’occasione lavorativa. In pochi mesi, decido di tornare a Milano (ero finita prima a Bologna per lavoro, poi licenziata emigrata in Turchia dal mio compagno, poi mollata…torno a Milano), supporto le ragazze a ripartire con l’organizzazione e all’Assemblea delle socie, con mio grande stupore, vengo eletta Presidentessa dell’Organizzazione. Nel frattempo, decido di aprire la partita iva e ricontattare alcuni vecchi clienti. In 6 mesi iniziavo le mie consulenze freelance nel settore della sostenibilità. L’Associazione inizia a ri-crescere e con lei riparto anche io. Le donne incontrate sono state la mia ispirazione e la mia forza per riprendere la mia vita in mano.

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.