Margherita Ablondi

Margherita Ablondi

@ablondi.margherita

LA MIA STORIA

Durante l’adolescenza ero una cozzaglia di passioni, mi piaceva tutto quello che ruotava intorno all’arte e all’espressione di sé, apprezzavo: la danza, il teatro, la fotografia, il cinema. Ne ero così attratta ma allo stesso tempo distratta ed inoltre, covavo una grande paura nei confronti dell’aprirmi a delle possibilità, al mondo. Così con grande delusione e dispiacere dei miei genitori non ho fatto l’università e con fatica ho cercato tra la nebbia la mia strada. Mi sentivo una nullità, ho attraversato una fase molto difficile, la casa era il mio unico nido, mi sentivo anchilosata dai miei stessi desideri. Non mi sentivo di appartenere all’esistenza stessa. Inoltre ho dovuto sopportare 10 anni di cure farmacologiche per problematiche ormonali insieme a costanti esami e controlli. Ero sbagliata, e per la scienza ero un caso da studiare. Poi come ogni fase della vita, arrivano le svolte, le sorprese, ad un certo punto ha preso spazio nel mio ventre quella che sarebbe diventata la mia futura bambina: Sofia. I primi anni da neo mamma sono stati molto difficili, la maternità non è un momento semplice, anzi a mio avviso molto delicato e necessita di supporto! Sono stati anni bui, di notti insonni, di pianti, di scoraggiamento, di solitudine. Eravamo io e lei ma a me sembrava di essere sempre sola, in un mare aperto senza nemmeno una zattera sotto il corpo.

COME MI SONO RICOMINCIATA

Lentamente con curiosità, come spesso accade con le passioni, mi sono interessata alla Naturopatia, alle tecniche naturali, ai trattamenti corpo mirati al benessere della persona, pur sapendo che ero io in primis che aveva bisogno di volersi bene e riscattarsi con la vita! Così ho intrapreso la scuola di Naturopatia a Bologna, frequentando il Triennio. Con tenacia, determinazione (che non pensavo di avere nemmeno un pò!) mi sono costruita un lavoro andando a bussare con testardaggine a varie porte di diversi centri estetici per dire: “Ci sono! Posso portare il mio contributo, accoglietemi!”; dopo quattro anni di viaggi in macchina, di gestione famigliare, di cene preparate all’ultimo, ho deciso di armarmi di coraggio e di aprire il mio studio di Naturopatia insieme ad una collega, che avrebbe collaborato sporadicamente con me. Quella per me è stata una grandissima sfida, sentivo la presenza della paura ma anche l’entusiasmo che prendeva forma, che lottava per rassicurarmi, per cercare di farmi assaporare il “bello” che esiste in ogni cosa. Nel mio lavoro m’impegno per accompagnare le persone verso una maggior conoscenza di sé attraverso il corpo. Ora ho pubblicato da poco il mio primo libro di poesie, la paura ha ceduto il posto all’impegno, non temo più l’espormi anzi credo che la creatività di ognuno vada riconosciuta e celebrata! Questo è stato il mio Ricominciamento.

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.