Lucia Gagliardini

Lucia Gagliardini

@lucia.gagliardini

LA MIA STORIA

Il mio ricominciamento non è iniziato alla fine delle cadute, ma durante. Sto ancora rialzandomi e cadrò ancora. Diciamo che faccio dei gradini più o meno alti che, essendo io un metro e mezzo, mi sembrano tutti “più” alti che “meno”. Ho iniziato a ricominciarmi nel monolocale lasciatomi dalla mia amica, alleggerita di tutti i miei vestiti e oggetti, rimasti a casa dell’ex e mai più ripresi. Andavo già da uno bravo, ma la solitudine è stata un catalizzatore di cambiamenti. Avevo una relazione psicologo-approved, che mi ha fatto crescere tanto, ma si parla sempre troppo bene dell’amore e troppo poco, e male, della solitudine. Avevo 33 anni e non era un caso: sono risorta! I ricoveri sono state scosse di terremoto e hanno fatto crollare il muro che avevo eretto a fortezza attorno al mio cuore, per fare entrare la proverbiale luce dalle crepe. Ho scelto una ginecologa umana e ho preso in mano il mio dolore. Ho viaggiato: Genova, Barcellona, Madagascar dopo il primo ricovero e Thailandia dopo il secondo! Ero libera. In Thailandia avevo iniziato a postare una foto al giorno, tipo diario di viaggio e cavolo, mi piaceva! È stato allora che ho comprato Istafaiga, capendo il denominatore comune di tutte le mie passioni: comunicare! Ho meno di 200 followers, ma mi piace e voglio crescere. Intanto ho cambiato posto di lavoro proprio nelle settimane di malattia di babbo. Tre giorni prima di morire mi ha detto: vola! E io ho sgranchito le ali. Questa candidatura è un volo. Glielo dovevo.

COME MI SONO RICOMINCIATA

Il mio ricominciamento non è iniziato alla fine delle cadute, ma durante. Sto ancora rialzandomi e cadrò ancora. Diciamo che faccio dei gradini più o meno alti che, essendo io un metro e mezzo, mi sembrano tutti “più” alti che “meno”. Ho iniziato a ricominciarmi nel monolocale lasciatomi dalla mia amica, alleggerita di tutti i miei vestiti e oggetti, rimasti a casa dell’ex e mai più ripresi. Andavo già da uno bravo, ma la solitudine è stata un catalizzatore di cambiamenti. Avevo una relazione psicologo-approved, che mi ha fatto crescere tanto, ma si parla sempre troppo bene dell’amore e troppo poco, e male, della solitudine. Avevo 33 anni e non era un caso: sono risorta! I ricoveri sono state scosse di terremoto e hanno fatto crollare il muro che avevo eretto a fortezza attorno al mio cuore, per fare entrare la proverbiale luce dalle crepe. Ho scelto una ginecologa umana e ho preso in mano il mio dolore. Ho viaggiato: Genova, Barcellona, Madagascar dopo il primo ricovero e Thailandia dopo il secondo! Ero libera. In Thailandia avevo iniziato a postare una foto al giorno, tipo diario di viaggio e cavolo, mi piaceva! È stato allora che ho comprato Istafaiga, capendo il denominatore comune di tutte le mie passioni: comunicare! Ho meno di 200 followers, ma mi piace e voglio crescere. Intanto ho cambiato posto di lavoro proprio nelle settimane di malattia di babbo. Tre giorni prima di morire mi ha detto: vola! E io ho sgranchito le ali. Questa candidatura è un volo. Glielo dovevo.

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.