Lisa Rossetti

Lisa Rossetti

@lisa.rossetti84

LA MIA STORIA

Sinceramente non so se sia giusto o meno che mi candidi a nona musa, avevo pensato di non farlo fin quando non ho visto che avete prolungato,è da quando avevo nove anni che cado emotivamente e fisicamente e ogni volta è stata una botta più forte,sia mentalmente che fisicamente,la perdita di mio padre, il mobbing al lavoro, il divorzio,una famiglia sempre più distaccata ed infine il tumore raro incurabile.Forse non sono la candidata ideale,perché sono una perdente con l’anima della vincente,non mi aspetto mai nulla di positivo dalla vita ma faccio di tutto per ottenerlo,ogni volta che mi ha tirato giù l’ho presa come una sfida personale e mi sono tirata su con qualche idea folle che mi ha dato la sensazione di essere comunque un po’ più vincente,anche se a volte era uno sbaglio.  Non sono in grado di descrivere in 1500 caratteri anche solo una caduta,perché sono fatta di tutte le mie cadute,di tutti i dolori,di tutte le sconfitte, di ogni volta che vado a MI per sentirmi dire che “no non c’è nessun protocollo di ricerca per questo tumore” ed ogni volta mi sbatte giù,ma sono nata per combattere ed ormai i colpi li so incassare bene,perché credo che la vittoria inizi dal modo in cui si sanno o meno incassare i colpi;per molti la mia situazione dovrebbe essere la sconfitta definitiva è un testo già scritto in un racconto breve,ma per me non è così è scritta solo l’ultima pagina non tutte quelle che vengono prima,quelle ho intenzione di essere io a decidere come riempirle.

COME MI SONO RICOMINCIATA

Ognuno ha il suo modo di ricominciarsi,io invece l’ho sempre vissuta più come un evoluzione personale non come un vero ricominciamento,sono fatta di tutte le miei cicatrici in ed out e con esse mi sono trasformata, sono state la mia personale crisalide,ogni caduta,ogni errore,ogni sconfitta sono state per me un insegnamento;ho imparato che quello che non dipende da noi e che non possiamo risolvere siamo obbligate ad accettarlo, perché se vivi di rabbia ed invidia non vai da nessuna parte,rimani vittima di te stessa e delle circostanze e ho scelto di non essere mai vittima;ho imparato a guardare le persone in modo diverso e di cogliere da tutti degli insegnamenti.Il tumore mi ha cambiata tanto,mi ha aiutata a fare un salto enorme,mi ha permesso di fare delle scelte che avevo paura di fare,perché ho deciso di ribaltare la situazione e girarla a mio favore,mi ha dato la capacità di comprendere che quello che desideravo dare al mondo, dovevo donarlo ora,ho trovato la forza di licenziarmi e di creare il mio brand che rispecchia quello in cui credo:eticità,sostenibilità,protezione e tutela dell’ambiente,dei lavoratori e degli animali,spero di poter toccare più persone possibili e di lasciare questo come lascito.Ricominciarsi,evolversi è il modo in cui si sceglie di affrontare la vita,è la capacità di trovare il modo di donare un sorriso anche ad un estraneo,anche nel giorno più brutto,non avete idea di quanto ricarichi le forze quello che riceverete in cambio,siate bellezza.

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.