Krystyna Kubaczewska

Krystyna Kubaczewska

@krystynakuba

LA MIA STORIA

Tutto è iniziato quando ho scoperto di avere un essere nella pancia. Qualcuno potrebbe dire che stavo aspettando una figlia ma non sarebbe vero. Non la stavo aspettando e non era ancora mia figlia. È nata "geneticamente modificata " e senza istruzioni d'uso. Quest'ultima immagino valga per tutti i bambini ma io avevo 20 anni , vivevo in un paesino in Polonia e non avevo altro se non due genitori stronzi. E la totale indifferenza verso ciò che mi stava piombando sulla testa. Un neonato allergico al latte materno non è nato sotto una buona stella. Ma con il senno di poi, quello era il niente.

COME MI SONO RICOMINCIATA

Mi sono ricominciata in un momento molto preciso. In una delle visite che andavo a fare per trovare Karolina in ospedale dove è rimasta per capire meglio la sua situazione. Un giorno l’infermiera di turno mi ha praticamente obbligata a prenderla in braccio e darle il biberon. Era l’ultimo dei miei desideri, era già andata a fare i documenti per darla in adozione. Nel momento in cui ha cominciato a bere il latte ho capito che potrei esserle utile. Non potevo immaginare quanto lei sarebbe stata utile a me. Quante volte mi avrebbe tenuto sulla retta via, quante volte mi avrebbe obbligata a rialzarmi, quante cose mi avrebbe insegnate . Quanto valore ha dato alla mia vita e che valore questo possa avere in una società come la nostra che si perde per strada a rincorrere i bisogni immaginari e dando per scontato la maggior parte ricchezze che ha. Da quel piccolo paesino siamo arrivate tra mille peripezie in Italia. Ora, dopo tanti anni so che non c’è la forza più grande di due donne che vogliono VIVERE ad ogni costo😁😁👭

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.