Giovanna Stella

Giovanna Stella

@Giovanna Stella

LA MIA STORIA

Caduta 1 Nata nel 1982, ero una liceale insoddisfatta del luogo in cui vivevo (Provincia di Alessandria grigia, umida e fredda) e della gente che avevo intorno, una splendida famiglia dalla quale volevo allontanarmi per trovare la mia identità, la mia personalità e capire cosa volessi dalla vita. (Il coraggio e il carattere sapevo di averli dovevo andare dove poterli tirar fuori!) Caduta 2 Laureata a Genova, lavoro in grandi studi d’Architettura solo con contratti a progetto, mi impegno e lavoro come se lo studio fosse il mio.Partecipo a cocktail,cene di lavoro,eventi in luoghi eccezionali peccato che mi pagassero 600 euro al mese!La macchina o l’affitto o le bollette con quei soldi non li paghi! Per me erano condizioni inaccettabili per avere una vita privata tanto meno pensare ad una famiglia.Il lavoro mi stava inaridendo i sentimenti; l’amore per qualcuno e il bene da donare a qualcuno a cui tieni: mi mancavano. Caduta 3 Torno al paesello a lavorare nell’azienda di famiglia e incomincio a occuparmi di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro(architettura è una delle facoltà dove ti devi reinventare il più possibile! E ‘sti cavoli!), dopo aver trovato il grande amore,iniziamo una convivenza e si poteva pensare a una famiglia. Il bentornato però non era finito: a 32 anni arriva un tumore al seno e il grande amore che mi lascia!(vi ricordate il coraggio e il carattere? ecco li ho usati più che mai: e guarisco!)

COME MI SONO RICOMINCIATA

Ricominciata1 Milano o Genova?Genova:c’è il mare!Parto sola per fare ciò che ho scelto:Architettura! Tanta era la fiducia che la famiglia aveva in me che inizio a leggere la graduatoria del test d’ingresso dal fondo e sono al 14° posto! Per non fare la pendolare mi mettono in un collegio femminile!Alla fine era come vivere in un grande appartamento: ho trovato alcune delle mie amiche più vere. Iniziano i 10 anni più belli della mia vita Ricominiciata. Bello lavorare in grandi studi d’Architettura: lavori, ti impegni come se fosse il tuo ma ti pagano da stagista. Il futuro per me era anche famiglia, orari decenti e uno stipendio che ti permettesse questo.Mollo Genova e torno in provincia per uno stile di lavoro diverso. Bivio: azienda di famiglia o lavoro con la tua migliore amica?Prevale il senso del dovere:azienda di famiglia Ricominciata3 Sono al paesello e lavoro nell’azienda di famiglia,azienda dinamica che fa packaging cosmetico,non mi occupo di architettura ma non m’interessa perché fuori c’è lui,il mio grande amore:ci amiamo.Ricordate il coraggio e il carattere?Arriva un tumore al seno.E’ curabile,con tutte le mie forze mi curo e prego.Sì sono credente.E guarisco! L’amore non c’è più,se n’è andato con il tumore.Ora al lavoro mi occupo di grafica, di un ampliamento da 14000mq e ho imparato che quando paghi lo stipendio a 110 persone,stai lavorando e ti stai impegnando per 110 famiglie e ogni investimento o crescita è anche per loro!

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.