Federica Isadora Gandini

Federica Isadora Gandini

@Ànemos

LA MIA STORIA

Sono caduta. Da circa 3 metri, arrampicando. Mi sono rotta il legamento crociato, il collaterale e ho lesionato la tibia. Ho avuto tanto, provvidenziale, tempo per pensare. Sul divano. Con un gesso dell'inguine all'alluce che a farmi la doccia mi aiutava la mia vicina settantenne. E pensando... mi ritrovai chiusa in una relazione che non mi apparteneva più, ma mi possedeva; presa a coordinare una comunità disabili che non rispecchiava più i miei valori; prigioniera di un contratto a tempo indeterminato, che quando lo firmai mi sembrò di firmare un come il patto con il mio carceriere, mentre tutto il mondo mi diceva fosse una preziosa sicurezza.. E poi, all'improvviso, un sogno.

COME MI SONO RICOMINCIATA

Sognai di essere incinta, un sogno molto particolare. Il mio terapeuta mi disse “per l’inconscio i figli sono progetti”. Eh si, per l’inconscio un figlio rappresenta un progetto, di qualsiasi genere: lavorativo, personale, familiare, non importa! Iniziai a crederci in quel progetto. Ma poi aggiunse “un progetto può essere un figlio solo se tu sei disposta a fare sacrifici per lui. Se sei disposta a passare notti insonni per lui. Se sei disposta a dedicarci energie e farlo crescere”. Mi licenziai. E mi misi incinta da sola. Trascorsi notti in bianco, provai ansia, agitazione e paura per quel figlio. Ma ora è nato: un Centro Multidisciplinare tutto al femminile, in cui professioniste diverse collaborano intorno ad un’unica idea, ovvero l’intima connessione esistente tra mente e corpo. E oggi siamo una psicoterapeuta, una psicologa, un’osteopata, una riflessologa plantare, un’ostetrica, un’insegnante di Yoga e Mindfulness … tutte pronte a lavorare insieme per il benessere dell’individuo, tutte pronte a contaminarsi e contaminare, pronte a collaborare in maniera feconda e produttiva! Da quella caduta… mi ritrovo con Centro nuovo e tutto mio, un ginocchio nuovo un po cigolante, una nuova relazione appagante, tante nuove meravigliose colleghe. E mi sento più cambiata in questi ultimi due anni che in una vita. Le cadute son fatte per rimettersi in piedi, e non ditemi che è una frase fatta!

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.