Emilia Orefice

Emilia Orefice

@emilia

LA MIA STORIA

Ho 43 anni e quando mi dicono che dovrei scrivere un libro, la mia risposta ironica è “su quale delle mie disgrazie?” Paradossalmente gli altri mi reputano una persona solare e ottimista, nonché dallo spirito guerriero. Quando poi iniziano a sapere le storie della mia vita si stupiscono di come io possa essere ancora così sorridente. La verità è che, nonostante tutto, ritengo di avere un immenso vantaggio rispetto alle persone nocive che hanno attentato più volte alla mia esistenza serena: sono sempre stata me stessa e non ho mai abusato di nessuno. Sono stata una super obesa del ragguardevole peso di 125kg per un 1,60m. Sono stata una depressa in cura con psicofarmaci al centro di salute mentale dell'ospedale. Sono stata vittima di un relazione tossica (in realtà due, ma la seconda è stata peggiore per certi aspetti) con un manipolatore relazionale, così come mi è stato confermato dalla criminologa C. Mammoliti e dalla psicologa R. Bruzzone. Nell'estate 2016 la seconda micidiale caduta della mia vita. Stavo tornando alla depressione e all'obesità per colpa dell'uomo che poi mi ha avuto anche il coraggio di denunciarmi per atti persecutori (lui... l'uomo sposato di 20 anni più grande di me che mi aveva mandato ad abortire dopo avermi fatto trasferire con la bugia del matrimonio... ma sorvoliamo con classe :-D ). Nell'estate 2016 mi sono guardata veramente dentro, per la prima volta dopo quasi 40 anni, e ho cercato la persona che sono davvero.

COME MI SONO RICOMINCIATA

Dal 2016 a oggi ho praticato quotidianamente arti marziali: wing chung, escrima, kickboxing… tutte validissime per la difesa personale. Ho perso 30 kg in 12 mesi e ho mantenuto il peso forma stravolgendo la mia fisicità. Dopo la lettura del libro di Spora “Tacco 12” ho stravolto anche il mio look: da jeans perenne con aggiunta di mega maglioni e felpazze, sono passata alle gonne, agli abiti e alle calze a rete. Continuo a fare arti marziali quotidianamente nonostante la mia età e il mio passato da super obesa. Da qualche mese ho attivato i miei canali social (FB, YT, IG, TIKTOK) per dare motivazione alle donne che stanno soffrendo le stesse pene di cui ho sofferto io (obesità, depressioni, relazioni tossiche) per essere loro di ispirazione per andare incontro al loro cambiamento, con le loro specifiche caratteristiche (non do grandi consigli, ma spiego solo come ho fatto io a rinascere per la seconda volta). Per il mio processo in tribunale, porterò avanti la richiesta della riscrittura della legge sugli atti persecutori, abilmente strumentalizzata dagli “ex”, e quella per il riconoscimento della violenza psicologica come reato penale. Sarà una strada lunga e non vedrò il risultato, ma sarò l’anello della catena che sarà riuscita a raggiungere l’obiettivo.

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.