Cristina Fungone

Cristina Fungone

@la_funga

LA MIA STORIA

È passato così tanto tempo che vorrei dimenticarmi la mia caduta. Ero giovane e inesperta: ho deciso che dimagrire (ero ingrassata molto in adolescenza) fosse il mio unico obiettivo. Senza pensare che la mia testa e la mia forza fossero più importanti. È stato facile: due dita in bocca e via... dimentichi il cibo, dimentichi la paura e ti avvicini sempre più a quegli stereotipi che la società ti impone. Essere più magra, più figa, più accettata, più cercata. Senza capire che non “espelli il cibo”, bensì stai espellendo te stessa e rifiutando la vita. E la cosa più brutta è che nessuno lo sa, nessuno lo può sapere e nessuno se ne accorge. Perché diventi bravissima a pianificare ogni cena in base al bagno del locale, sai quando mangiare e quando non farlo. Sai tutto quello che devi fare per non farti beccare.

COME MI SONO RICOMINCIATA

La verità è che mi rialzo ogni giorno. Perché ogni giorno decido di lottare e di dimostrare agli altri e a me stessa chi sono. Ma non è facile e io so bene quanta forza ci voglia per fare cose, affrontare la vita e sorridere anche quando non vorresti. Perché una cosa così, te la porti dietro ogni giorno e ogni giorno è una piccola conquista. Oscillare di peso non è solo una questione di cibo, bensì di stato d’animo. Ed è difficile ammetterlo, prima di tutto a se stessi. Ma anche agli altri, perché nessuno lo sa. Nessuno può immaginare che cosa tu abbia provato. E ancora più difficile è scriverlo qui in un form, sapendo che potresti doverlo raccontare a migliaia di persone. La verità è che non avrei mai scritto niente, ma poi ho visto una tua stories con la tua frase iconica e mi sono detta “perché no? Perché stare ferma? Provaci almeno”. E così eccomi qua. Messa a nudo in un form che spero leggerai.

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.