Cinzia Pennati

Cinzia Pennati

@Penny

LA MIA STORIA

A terra sono caduta dopo una separazione e un successivo divorzio. Sono una maestra elementare, ho due figlie ora adolescenti che all'epoca avevano sei e nove anni. Parecchi debiti. Una casa ipotecata. Sono stata una bambina incapace e sono diventata una donna incapace. La mia storia era già scritta, non diversa da molte altre donne. Mi sono sposata, ho fatto due figlie, ho comprato una casa più grande e quando i progetti sono finiti mi sono chiesta dove cavolo fossi finita. I desideri erano scomparsi e io pure. Ero moglie e madre ma la donna che avrei voluto essere non c'era più.

COME MI SONO RICOMINCIATA

Ho iniziato a scrivere per non soccombere. Ho aperto un blog nel dicembre del 2016, ho chiesto alla mia girls grande di farmi i disegni. I primi di gennaio ho scritto un articolo “Ai figli ci sono cose da dire” nel giro di niente il blog ha visto 1 milione e mezzo di visite. Ora sono arrivata quasi a 3 milioni. Ho pubblicato un libro con Giunti ” Il matrimonio di mia sorella”, ho pagato i debiti e mi sono comprata una casa di 45 metri quadrati in cui viviamo in tre. Ho un mutuo a vita, ma quell’appartamentamentino è mio o meglio nostro e questo è quello che conta. La mia girl grande, che fa l’ultimo anno del liceo classico, continua a farmi i disegni. Ho superato due giudiziali e un ex marito, prima ricattatorio ora quasi assente. Collaboro con il Secolo XIX e il blog è diventato un luogo di sorellanza. Ogni giorno mi scrivono molte donne. Non fornisco ricette. Ascolto e ci sono, sostengo se posso e aiuto le donne ad uscire dalla sudditanza, ad occuparsi di sé stesse, a riprendersi la felicità di cui hanno diritto. Le donne e la loro storia sono il mio territorio, ciò che mi assomiglia.

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.