Chiara Raggi

Chiara Raggi

@cantautorefemmina

LA MIA STORIA

Sono Chiara, ho 38 anni e sono una cantautrice e chitarrista. E' 20 anni che ho trasformato la mia più grande passione, la musica, nel mio mestiere, scegliendo e pagando ogni passo, ogni conquista ed ogni fallimento. E i fallimenti ci sono stati e la maggior parte delle volte sono dipesi da me, dal mio non credere fino in fondo in me stessa, dal non darmi una vera chance perché “davvero vuoi riuscire, in più donna, nella scelta che hai fatto a 17 anni”. Ho incontrato uomini non particolarmente degni di nota, altri molto più piacevoli da ricordare ma tutti avevano un comune denominatore: si innamoravano della mia natura libera ed intraprendente nella musica e nella socialità, per poi, in maniera naturale, cominciare a mettere un freno, “si fa” e “non si fa”, “sei troppo”, etc. Ed ogni volta, per qualcosa di simile all’amore, ho tolto la mia corona e l’ho messa da parte. Ero brava ma mai più di loro, di successo ma mai più di loro, apprezzata ma mai più di loro. Le storie potevano scorrere fino alla fine dei nostri giorni ma c’è sempre stato un momento in cui mi portavo in salvo e mi andavo a riprendere quello che mi avevano e mi ero tolta. In pieno lockdown, tra paure per la salute, il futuro, la precarietà del mio mestiere, mi sono portata in salvo nuovamente e ho deciso che sarebbe stata l’ultima volta. Ho così messo la parola fine ad un amore importante per riprendere il mio spazio, il mio passo, il mio tempo come donna e come musicista.

COME MI SONO RICOMINCIATA

I giorni surreali e inaspettati del confinamento, ci hanno messo faccia a faccia con le nostre fragilità, le nostre paure e i nostri desideri. E sono spesso gli eventi extra-ordinari che ci accadono, senza previsione né avvertimento, a muoverci e stimolarci, in una forza propulsiva, verso nuove possibilità, verso nuovi orizzonti da indagare. Mi sono ritrovata più attenta e in ascolto di me stessa e di quel desiderio che anima le mie giornate da ormai vent’anni: fare musica e cercare di farla al meglio. Ho incontrato numerose colleghe negli anni, talenti meravigliosi, donne forti e capaci, con carriere solide anche se a volte sconosciute ai più. Stanca di sentire lamenti su “quante poche le donne” sui palchi più importanti, “ma quante siete? poche eh”, “ma poi, vi fanno suonare perché siete donne, ormai ci dovete essere” (e no!!!), ho deciso di seguire un’ideale e provare a scardinare un meccanismo nel quale attendiamo che sia l’uomo, il discografico, l’editore, il critico, a darci un valore. E’ nell’incontro con l’altro, nella condivisione degli intenti, nel circondarsi di bellezza che si cresce e si migliora. Ho così fondato, sulle ceneri ancora fumanti di una pandemia, Musica di Seta, un brand dedicato alla musica d’autrice: un’etichetta discografica, un magazine on line ed eventi ad hoc. Una casa che costruisco per me e per le cantautrici che sono alla ricerca di un approccio etico-lavorativo e di un’idea di progettualità che duri nel tempo.

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.