Alessia Bonato

Alessia Bonato

@alessia.bonato8

LA MIA STORIA

Ho 28 anni e anche quest’anno, allo scoccare del mio compleanno, ho rinnovato la mia spinta anarchica. Nessuna candelina su cui soffiare e nessuno da abbracciare, La mia vita se fosse un romanzo probabilmente avrebbe tanti di quei capitoli che sarebbe accomodato su di un comodino a prendere polvere. Avrebbe come incipit “Non giustificare la merda che fai con la merda che ti é successa”. E di merda nella mia vita ne è scivolata tanta. Grandi classici: separazione ( tragica ) dei miei, violenza domestica, malattia e lutto di mio padre. Che ho odiato, si lo sto “dicendo” ad alta voce, ma mi manca come l’aria. Non sono mai finita in analisi, in drammi, per questo mi reputo resiliente. Sono carica di tagli, che ricamo con i tatuaggi ma sono un albero sempreverde che cresce.

COME MI SONO RICOMINCIATA

Mi sto ricominciando o per lo meno ho sempre trovato porti per non annegare. La mia mente è carica di viaggi, quasi da passare per folle..nel mondo che mi sono costruita io mi sono salvata. E questo pianeta su cui io sono scappata si chiama Poesia. Scrivo, tanto, da avere male alle mani..scrivo vomitando tutte quello che il cuore partorìsce e scrivo cose che nessuno legge. Il vostro palco è la voce che tante di noi non hanno il coraggio di tirar fuori. L’eco di molti silenzi.

Inizia a scrivere e premi Enter per avviare la ricerca

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.